In occasione della Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate, manifestazione giunta alla sua ottava edizione per favorire il recupero e la valorizzazione delle linee ferroviarie dismesse o sospese in Italia attraverso anche la riattivazione del servizio a scopi turistici, la Fondazione FS Italiane celebra l'evento con una serie di manifestazioni da Nord a Sud del Paese.
Domenica 8 marzo sono previsti viaggi in treno storico su tutto il territorio italiano (per conoscere il programma nazionale completo, che parte giorno 1 marzo, cliccate qui). 

In Sicilia abbiamo il piacere di comunicare che Fondazione FS Italiane, in collaborazione con il Comune di Castelvetrano-Selinunte, il Dipartimento Beni Culturali ed Identità Siciliane - Parco Archeologico di Selinunte e Cave di Cusa e l'Assessorato ai Beni Culturali della Regione Siciliana effettuerà un viaggio da Palermo a Selinunte sulle storiche automotrici diesel Fiat ALn668 serie 1600, con visita al Parco Archeologico di Selinunte e passeggiata sulla ferrovia a scartamento ridotto Castelvetrano-Selinunte, tratta mai dimenticata e su cui Ferrovie di Selinunte da anni lavora alacremente.
Qui di seguito il programma:

Iniziamo questo nuovo anno con una breve galleria fotografica (opera di Vincenzo Leonardi e Salvatore Mangano, che ringraziamo entrambi), consultabile leggendo tutto l'articolo, che ci mostra il Deposito Locomotive di Castelvetrano… sotto un'abbondante coltre di neve! Il 2014 ci ha infatti lasciato con un gran bel regalo, una nevicata, venuta giù giorno 31 dicembre, che ha imbiancato tutta la Sicilia. Un avvenimento rarissimo, segno che tutto può veramente accadere in questa terra. Un evento eccezionale che noi vogliamo leggere come presagio: anche le cose che sembrano più difficili, più imprevedibili, possono accadere… Insomma, un ottimo auspicio per questo 2015 che, siamo sicuri, sarà ricco di novità. Amanti dello scartamento ridotto siculo: seguiteci, speriamo di stupirvi come e più di queste foto! Occhiolino

Cari appassionati,
la Redazione di Ferrovie di Selinunte vi invita a Castelvetrano domenica 30 novembre, alle ore 10:00 del mattino presso il locale M.C 2 Bar di via Mattarella (cliccate qui per ottenere le indicazioni stradali) per discutere delle prospettive a breve termine che si stanno delineando per il recupero delle ultime vestigia dello scartamento ridotto siciliano.
I fondatori di Ferrovie di Selinunte, da anni impegnati nel territorio di Castelvetrano, hanno silenziosamente, duramente e concretamente lavorato per risultati che oggi, essendo stati finalmente acquisiti una serie di importanti obiettivi, possiamo considerare raggiunti.
Il nostro stesso sito www.ferroviediselinunte.it nasce con uno scopo divulgativo non legato alla mera riproposizione della storia dello scartamento ridotto ma per dare conto della nostra specifica attività, rivolta ad una futura rinascita, e dei programmi che abbiamo. La sua trama editoriale è stata finora dettata per guidarvi nella scoperta di ciò che ancora oggi esiste, ciò per preparare agli sviluppi che auspicavamo e che, dopo un certosino e impegnativo iter, abbiamo ottenuto.
Ma attenzione, gli obiettivi conseguiti (che vi verranno informalmente introdotti nella riunione), sono solo il punto di partenza di quella che sembra delinearsi come una esaltante fase in cui soltanto noi appassionati potremo fare la differenza. Si prospetta infatti la possibilità di scrivere un vero e proprio originale capitolo nella storia dell’archeologia industriale nazionale.
Cari appassionati, l'incontro che vi proponiamo ha l'obiettivo di ottenere il più ampio vostro coinvolgimento, attivo e fattivo. E' gradita una vostra comunicazione di partecipazione, da inviare all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , solo per conoscere preventivamente il numero dei partecipanti. Grazie e... vi aspettiamo tutti domenica!

Cari appassionati che seguite, su questo sito specializzato, le vicende relative al possibile futuro della Ferrovia di Selinunte, certamente non vi sarà sfuggito l’appello che abbiamo rivolto a tutti voi in occasione dell’incontro che abbiamo poi effettivamente avuto a Castelvetrano domenica 30 novembre.  Chi, pur essendo interessato, non è potuto essere presente non ha avuto modo di essere adeguatamente aggiornato sul punto al quale siamo, lentamente ma con marcia costante, arrivati. In effetti, si tratta per noi di un nuovo punto di partenza per l’avvio di una ulteriore fase e proprio per questo motivo lanciamo a tutti voi un appello.

Riprenderà a breve, dopo una lunga pausa, il nostro cammino di informazione su Ferrovie Di Selinunte. Già dalla prossima settimana inizieremo nuovamente a sfornare articoli su aspetti interessanti legati alla ridotta più rimpianta e amata della Sicilia (e non solo).
Teniamo però a specificare che questo silenzio stampa, durato quasi due mesi, è solo in parte “effetto” della stagione estiva siciliana, che da sempre rallenta piacevolmente i ritmi lavorativi, fenomeno cui non fa eccezione la nostra piccola Redazione...
Contrariamente a quanto possa trapelare infatti dalle nostre pagine, in questi mesi - dall’autunno dello scorso anno potremmo dire - abbiamo silenziosamente portato avanti una massiccia attività che, possiamo affermare oggi, ha GIA’ prodotto risultati al di dell’immaginazione di molti…
Purtroppo dovrete attendere ancora un po’ per sapere cosa bolle in pentola ma chi segue il nostro portale e il nostro nutritissimo ed attivissimo gruppo Facebook, che conta quasi 700 contatti ormai, saprà che questo spazio, Ferrovie di Selinunte, non nasce soltanto per raccontare la storia di quel che fu ma trova come ispirazione l’agire sul presente e il lavorare al futuro. Il taglio dato finora negli articoli sui mezzi, sulla linea, sulle infrastrutture, sono sempre state volte a dichiarare lo stato attuale delle ultime vestigia dello scartamento ridotto siciliano. Gli stessi argomenti scelti risentono di ciò che ancora esiste e non è un caso… Lasciamo ad altri, più bravi di noi, la storia, noi stiamo ATTUALMENTE lavorando per il futuro. A tutti voi, lettori e sostenitori, chiediamo dunque un po’ di pazienza e vi diciamo : “stay tuned…”!

Occhiolino

Sottocategorie

in questa categoria caricheremo a poco a poco tutte le idee e progetti per cercare di far rivivere la nostra amata ferrovia