A due mesi di distanza dal primo treno storico organizzato da Sicilia in Treno lungo i binari della ferrovia Circumetnea (vedi anche: Diari di viaggio - gita sulla littorina FCE - il primo treno storico di SiT, ospite M. Portillo ) riproponiamo una nuova, accattivante clip, realizzata dal socio Enrico Balteri. Un buon modo di ricordare il primo, entusiasmante viaggio di SiT, che speriamo di ripetere a breve. Buona visione!

 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

Nel quadro degli eventi culturali commemorativi del 120° anniversario della fondazione del Collegio degli Ingegneri Ferroviari Italiani, la Sezione di Palermo ha organizzato il convegno: "I RINVENIMENTI ARCHEOLOGICI DI HIMERA" per il giorno 11 luglio 2019, ore 14:30, presso la Sala delle Lapidi del Real Albergo dei Poveri, corso Calatafimi 217, Palermo.
Il sottotitolo "La valorizzazione del patrimonio archeologico siciliano in conseguenza dei lavori per il raddoppio della ferrovia Palermo - Messina" chiarisce che la realizzazione in variante del raddoppio del tratto Fiumetorto - Cefalù (Ogliastrillo) non solo ha evitato di danneggiare l'area archeologica dell'antica colonia greca, ma ha fatto ritrovare un enorme numero di reperti di grande valore storico e culturale.

Riceviamo e pubblichiamo questo importante AVVISO di RFI riguardante i lavori di potenziamento infrastrutturale della linea Messina-Palermo, che si ripercuoteranno in modo importante su una delle ferrovie più trafficate della Sicilia:

"Cantieri al lavoro fra Gioiosa Marea e Patti, sulla linea Messina-Palermo, da mercoledì 10 luglio fino all’8 settembre per interventi di manutenzione straordinaria alla galleria Montagnareale.

Per consentire i lavori sarà sospesa la circolazione ferroviaria, con conseguenti variazioni al programma di viaggio dei treni che prevede cancellazioni di corse e sostituzioni con bus, come da locandine allegate (CLICCA QUI).

Nello specifico, i treni della lunga percorrenza saranno sostituiti con bus fra Messina e Palermo. Per la momentanea interruzione della S.S. 113, che non consente il transito dei bus fra le stazioni intermedie di San Giorgio e Gioiosa Marea, da mercoledì 10 al 25 luglio per i treni regionali saranno attive sia navette fra Patti e San Giorgio e fra Gioiosa e Brolo, sia bus diretti, via autostrada, fra Patti e Brolo. 

Maggiori informazioni nelle stazioni e sui canali web del Gruppo Fs Italiane."

Ha avuto luogo sabato 6 luglio, presso i locali della “Casa del terzo settore” Common House Domus Mundi, dove è ospitata la sede operativa di SiT, l’Assemblea dei Soci dell’Associazione Sicilia in Treno, avente tra i punti all’ordine del giorno, l’elezione per il rinnovo delle cariche sociali componenti il Consiglio Direttivo, al termine del mandato biennale previsto dallo statuto associativo.

A completamento delle procedure di scrutinio, l’Assemblea dei Soci ha confermato in toto i membri componenti il Consiglio Direttivo uscente, sancendo così la volontà di proseguire con continuità lungo il percorso intrapreso durante l’ultimo biennio da Sicilia in Treno.

È stato confermato quindi alla presidenza dell’associazione, con l’unanimità dei voti, Andrea Bernasconi, che ricopre tale carica fin dalla costituzione di SiT, mentre a costituire il Consiglio Direttivo, assieme al Presidente, per il biennio 2019 – 2021, continueranno ad esservi i Soci Fabio Marineo, Paolo Simon, Donato Atti, Daniele Chiovaro, Stefano Di Marca e Sergio Gargagliano.

L’Associazione Sicilia in Treno è lieta di comunicare che la “Collezione Ingoglia” sarà inserita nel Polo Museale dell’Archeologia del Paesaggio che sarà istituito dalla Amministrazione comunale presso il Centro Culturale Polivalente - ex Convento di San Francesco di Paola - Collegio dei Minimi a Castelvetrano.
Si tratta di una notizia attesa dal Signor Ingoglia il quale, come è noto, è la memoria storica della ferrovia a Castelvetrano, e non soltanto. Nel corso della lunga e onorata carriera come dipendente delle Ferrovie dello Stato, con incarichi sempre più prestigiosi, sino a quello di Capo Deposito proprio nella sua città, Castelvetrano, il Signor Ingoglia ha, con grande lungimiranza, costituito un ingente patrimonio documentale, sviluppato anche a partire da un nucleo originario di documenti ereditati dallo zio, anch’egli ferroviere, risalenti ai primi decenni del ’900.
È una notizia che rappresenta anche per la Associazione Sicilia in Treno un importante obiettivo raggiunto.