Ha avuto luogo sabato 6 luglio, presso i locali della “Casa del terzo settore” Common House Domus Mundi, dove è ospitata la sede operativa di SiT, l’Assemblea dei Soci dell’Associazione Sicilia in Treno, avente tra i punti all’ordine del giorno, l’elezione per il rinnovo delle cariche sociali componenti il Consiglio Direttivo, al termine del mandato biennale previsto dallo statuto associativo.

A completamento delle procedure di scrutinio, l’Assemblea dei Soci ha confermato in toto i membri componenti il Consiglio Direttivo uscente, sancendo così la volontà di proseguire con continuità lungo il percorso intrapreso durante l’ultimo biennio da Sicilia in Treno.

È stato confermato quindi alla presidenza dell’associazione, con l’unanimità dei voti, Andrea Bernasconi, che ricopre tale carica fin dalla costituzione di SiT, mentre a costituire il Consiglio Direttivo, assieme al Presidente, per il biennio 2019 – 2021, continueranno ad esservi i Soci Fabio Marineo, Paolo Simon, Donato Atti, Daniele Chiovaro, Stefano Di Marca e Sergio Gargagliano.

L’Associazione Sicilia in Treno è lieta di comunicare che la “Collezione Ingoglia” sarà inserita nel Polo Museale dell’Archeologia del Paesaggio che sarà istituito dalla Amministrazione comunale presso il Centro Culturale Polivalente - ex Convento di San Francesco di Paola - Collegio dei Minimi a Castelvetrano.
Si tratta di una notizia attesa dal Signor Ingoglia il quale, come è noto, è la memoria storica della ferrovia a Castelvetrano, e non soltanto. Nel corso della lunga e onorata carriera come dipendente delle Ferrovie dello Stato, con incarichi sempre più prestigiosi, sino a quello di Capo Deposito proprio nella sua città, Castelvetrano, il Signor Ingoglia ha, con grande lungimiranza, costituito un ingente patrimonio documentale, sviluppato anche a partire da un nucleo originario di documenti ereditati dallo zio, anch’egli ferroviere, risalenti ai primi decenni del ’900.
È una notizia che rappresenta anche per la Associazione Sicilia in Treno un importante obiettivo raggiunto.

L’Associazione Sicilia in Treno è lieta di comunicare agli appassionati siciliani del mondo delle ferrovie e, in particolare, di modellismo ferroviario, di avere aderito alla Federazione Italiana Modellisti Ferroviari e Amici della Ferrovia (F.I.M.F.).
La Federazione è stata fondata a Genova nel 1953 con lo scopo di promuovere, sostenere e diffondere in Italia l'interesse per le ferrovie e, più in generale, per ogni mezzo di trasporto su rotaia, sia nel campo modellistico che reale, nonché la conoscenza dei loro più svariati aspetti.
Molto interessante è il bollettino F.I.M.F., periodico bimestrale di informazione e tecnica che viene inviato a ciascun iscritto.

Interessantissima iniziativa da non perdere della Ferrovia Circmuetnea per festeggiare i primi 20 anni della Metropolitana di Catania, gestita appunto da FCE e che sta vivendo negli ultimi tempi una crescita esponenziale in termini di utenti e di espansione della rete. Riportiamo il comunicato diramato dalla pagina ufficiale FB della azienda ferroviaria:

VisitiamoInsieme il cuore della FCE per la Festa dei primi 20 anni della Metro!

Recandosi alla Stazione Ferrovia Circumetnea - Metropolitana di Catania, sabato 29 Giugno sarà possibile visitare la Dirigenza Centrale Operativa (DCO) e il Posto Centrale Operativo (PCO) dalle 17:00 alle 20:00.

Inoltre ricordiamo che per queste visite guidate, è necessario prenotarsi telefonando allo 095541250 o inviando un messaggio privato sulla pagina Facebook ufficiale specificando i seguenti dati: nome, cognome, numero di telefono o email.

#FCE #20AnnidiMetropolitana #MetropolitanaCatania #MetroCatania

Sul tema del servizio ferroviario da e per la Sicilia, pubblichiamo il carteggio inviatoci dal Prof. Giuseppe Ferreri il quale ha, negli scorsi mesi, proposto a vari attori un potenziamento dell’offerta ferroviaria passeggeri specificamente indirizzata alla utenza isolana.. Riteniamo infatti che esso si inquadri bene in una discussione sempre viva e che vi siano spunti di interesse.

La proposta, esattamente nella forma con la quale ve la proponiamo, è stata già inviata nel corso degli gli ultimi mesi al Ministro dei Trasporti, al Presidente della Regione Siciliana e all'Assessore ai Trasporti della Regione Siciliana. Mentre ci risulta si sia ancora in attesa di una risposta da parte della Regione Siciliana (vedi in tal senso la lettera di sollecito del prof. Ferreri), Il 4 dicembre 2018 il Ministero dei Trasporti ha trasmesso il suggerimento del Prof. Ferreri a Trenitalia, che ha in effetti dato una prima risposta, molto ben argomentata, che riportiamo anch’essa integralmente. 

Vi lasciamo quindi alla lettura della idea del Prof. Ferreri, rinviando a fine articolo le considerazioni di SiT sull’argomento. Essendo quello degli orari per il miglioramento del servizio ferroviario da/per la Sicilia un tema tutt’altro che facile da affrontare date le caratteristiche della rete ferroviaria siciliana e il problema dell’attraversamento dello stretto, invitiamo i nostri lettori a inviarci via mail, all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o sul gruppo FB della associazione, considerazioni e/o modifiche alla proposta esposta in questo articolo, chiedendo, come sempre, in caso di critiche o dibattiti, un tono pacato e rispettoso di tutti suggerimenti che dovessero essere presentati.