Stampa
Categoria: News
Visite: 939

Importante traguardo per la nostra associazione: grazie all’intenso impegno profuso in questi primi anni di attività nel campo della cultura e dell’attività ferroviaria, Sicilia in Treno, tramite apposito decreto emesso a marzo (e ricevuto in questi giorni) è stata riconosciuta come associazione di promozione sociale (APS).

Questo risultato è un segno tangibile delle potenzialità della nostra associazione, frutto di un impegnativo lavoro di squadra di tutti i soci dell’associazione che hanno inteso proseguire l’impegno, avviato e sviluppato negli anni dai soci fondatori, per il raggiungimento di importanti obiettivi. 

Il riconoscimento come APS qualifica infatti la nostra associazione all’interno di una categoria di soggetti no-profit a cui le normative nazionali e regionali conferiscono, a determinate condizioni, importanti possibilità come la capacità di stipulare convenzioni con Enti Pubblici, di partecipare a finanziamenti e bandi per specifiche attività no-profit coerenti con gli scopi statutari, di avere accesso al 5 X 1000 per finanziare le attività associative di promozione sociale (saremo operativi dall’anno prossimo su questo versante) e di poter usufruire infine di tutti quei benefici previsti dalla legge per queste particolari associazioni.

Alla luce di quanto esposto, risulta evidente che la scelta di intraprendere il percorso che ci ha concesso tale riconoscimento, fortemente voluta dall’attuale Consiglio Direttivo, è di tipo strategico perché permette finalmente di acquisire tutti gli strumenti necessari per una realtà no-profit come la nostra in modo da esprimere a pieno le nostre potenzialità, incrementando l’offerta culturale posta in essere fino ad ora. 

Inoltre l’acquisizione per SiT dello status di APS, permetterà di operare in futuro, con la necessaria efficacia, nell’evoluto panorama italiano delle attività ferroviarie con particolare riferimento a quelle previste dalla legge 128/2017,  attraverso anche la capacità di dialogo e collaborazione con gli enti locali ed il mondo produttivo delle imprese.

Sicilia in Treno è quindi pronta alle sfide e alle opportunità che oggi sono poste davanti alle associazioni ferroviarie che intendono perseguire i propri scopi statutari in autonomia, andando un domani ad occupare il ruolo che è stato correttamente individuato dalla legge 128/2017, legge che ha gettato le basi per rendere possibile in Italia ciò che da anni in termini di numeri, qualità, libertà di accesso e partecipazione avviene nel resto di Europa.

Facebook